You are here: Homepage > Medicine > Protocolli di fecondazione in vitro e farmaci per la fertilità

Protocolli di fecondazione in vitro e farmaci per la fertilità

Ci sono tre categorie di base di protocolli di stimolazione, progettati per essere utilizzati in fecondazione in vitro che possono essere modificati in base a ciascun caso.

Dettagli

Tuttavia, ogni paziente reagisce agli ormoni in modo diverso. È quindi fondamentale progettare un protocollo di stimolazione sistematica al fine di:
• ottenere la migliore risposta ovarica alle gonadotropine,

• recuperare un numero sufficiente di ovociti,

• ottenere embrioni di migliore qualità e

• evitare la sindrome dell’iperstimolazione ovarica.

I protocolli di stimolazione più comunemente utilizzati sono:

Protocollo agonista lungo

syringe

L’amministrazione agonista inizia il giorno 21 del ciclo mestruale precedente, con iniezioni giornaliere che causano rapida desensibilizzazione della ghiandola pituitaria. Quando iniziano le mestruazioni spontanee, il medico esegue una scansione ecografica vaginale e misura gli ormoni ovarici / ipofisi al fine di verificare il successo della down regolazione. Quindi la donna è pronta a procedere con il suo trattamento, con iniezioni di gonadotropina che stimoleranno le ovaie. Iniezioni di gonadotropine di solito sono somministrati per 10 a 12 giorni. Quando la maturazione follicolare è confermata, l’ovulazione è indotta dall’amministrazione hCG e dopo 36 ore viene eseguito il prelievo.

Il protocollo lungo ha una durata totale di 1,5 – 2 mesi, a partire dal giorno della prima iniezione fino al giorno del test di gravidanza. Il protocollo dura più a lungo, nei casi in cui è necessario pre-trattamento con contraccettivi orali.

Protocollo agonista corto

Syringe2

Questo protocollo inizia quando inizia il sanguinamento mestruale. Il giorno 2 del ciclo, viene eseguita un’ecografia vaginale e la misurazione dei livelli ematici ormonali. Secondo i risultati di monitoraggio, la donna comincia iniezioni GnRH con un dosaggio molto più piccolo di agonista rispetto al protocollo lungo. Il giorno 3 del ciclo inizia il trattamento della gonadotropina, mentre l’agonista GnRH è ancora somministrato. Quando la maturazione follicolare è confermata, l’ovulazione è indotta dall’amministrazione hCG e dopo 36 ore viene eseguito il prelievo degli ovociti. La durata di questo protocollo è di circa un mese.

Protocollo antagonista corto

Le donne, che rispondono ai protocolli di stimolazione ovarica che comportano l’uso di agonisti GnRH o sono a rischio di sviluppare la sindrome dell’iperstimolazione ovarica (OHSS), come le donne con sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), possono ricevere una stimolazione migliore se invece viene utilizzato un antagonista. In alcuni casi, può essere necessario pre-trattamento con contraccettivi orali.

syringe3L’antagonista GnRH è di solito comincia il sesto giorno di amministrazione della gonadotropina, iniziata il giorno 2 del ciclo che stimola lo sviluppo dei follicoli nell’ovaio. L’ecografia viene eseguita e talvolta sono necessarie misurazioni ormonali per determinare la corretta giornata del prelievo degli ovociti. Per alcune donne, una lieve alterazione di questo protocollo tra cui pre-trattamento con estrogeni, due settimane prima dell’inizio del sanguinamento mestruale, può essere utile.

Elonva (Corifollitropina alfa)

Elonva è indicato in combinazione con un antagonista GnRH. Grazie alla sua capacità di avviare e sostenere la crescita follicolare multipla per 7 giorni, una singola iniezione sottocutanea può sostituire le prime sette iniezioni di qualsiasi gonadotropina somministrata quotidianamente.

Mini-IVF o Micro-IVF

syringe4

Questo protocollo condivide gli stessi principi dei protocolli di stimolazione convenzionali, ma con basse dosi di farmaci utilizzati durante la stimolazione. Contrariamente alla stimolazione convenzionale che cerca di creare il maggior numero possibile di follicoli maturi, l’obiettivo della mini-IVF è la creazione di 2-3 embrioni di buona qualità.

Il ciclo inizia con la somministrazione di pillole contraccettive fino all’inizio delle mestruazioni. Il terzo giorno del nuovo ciclo mestruale, la stimolazione inizia utilizzando piccole dosi di gonadotropine iniettabili, combinate con citrato clomifene, fino a quando l’ovulazione è indotta utilizzando hCG. Questo tipo di protocollo è raccomandato per i pazienti senza una causa complessa di infertilità, ma può anche essere applicato a donne di età avanzata o poveri rispondenti.

Torna a Medicine